.
Annunci online

Brucaliffo [ Feed your head: Disinformation is a weapon of mass destruction ]
 



Roz Angeles, Lombardia


New Brunswick, NJ


Ramat Gan, Isr 




?????:Srulik0.jpg
--------------------
Perché
Feed your Head?
ovvero: whiterabbit


Quando insegui un coniglio
e sai di stare cadendo
vai a raccontare
che è stato un Brucaliffo
che fumava il Narghilé
a chaimarti...

Quando i pezzi della scacchiera
si alzano
e ti dicono dove andare
e hai appena preso un fungo
e la tua mente si muove lenta...

Quando la logica e le proporzioni
si sono addormentate
e il Cavaliere Bianco
parla al contrario
e la Regina di Cuori
perde la testa...

Ricorda
ciò che ha detto il ghiro:
Nutri la tua mente
Nutri la tua mente
Nutri la tua mente

.White Rabbit.JaffersonAirplane



22 giugno 2006


Final rush

Non avrò più tempo di postare. Per un po'.




permalink | inviato da il 22/6/2006 alle 20:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


20 giugno 2006


Buona onda?


C'è chi pensa che questo dipinto stia tornando di moda.
Per conoscerne il significato, cliccate qui. Per farvi un'idea sulle implicazioni odierne, date un'occhiata al paginone di oggi.
Per quel che mi riguarda mi sembra una visione un po' ottimista, ma qualcosa si sta muovendo, e mi sembra nella direzione giusta.




permalink | inviato da il 20/6/2006 alle 12:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


16 giugno 2006


Italia Iran

Non è una partita di calcio, ma una questione su cui riflettere: perché l'Italia è rimasta completamente al di fuori delle trattative sul dossier iraniano?
Non è un membro permanente del Consiglio di sicurezza, si potrebbe dire. Ma neanche la Germania lo è. Non è una potenza militare. Ma neanche la Germania lo è. Non è una potenza economica dello stesso livello della Germania... ma in realtà noi in Iran investiamo molti più soldi di quanto non facciano i tedeschi.

Infatti, così la mette giù il lìder Maximo (alias ministro degli Esteri):
Sul dossier del nucleare iraniano, il ministro ha osservato ieri che l'Italia non partecipa al gruppo dei 5+1 (i membri permanenti del Consiglio di sicurezza più la Germania); «e questa esclusione» ha osservato parlando alla Associated Press, «è un fatto molto negativo, anche perché noi siamo il principale partner commerciale europeo dell'Iran».

Una risposta in proposito ce l'avrei io: posso sbagliarmi, ma non potrebbe essere che siamo rimasti fuori dalla trattativa perché non abbiamo una politica estera (e una leadership, più in generale) credibile? Just wandering...




permalink | inviato da il 16/6/2006 alle 17:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


15 giugno 2006


Nell'aria

Sento aria di una svolta europeista negli Esteri del Rifo... chi vivrà vedrà.




permalink | inviato da il 15/6/2006 alle 17:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


15 giugno 2006


Waiting for Godot

Mi hanno fatto una sorpresa bellissima: quella che doveva essere una semplice serata in osteria con due amici si è trasformata in una festa di addio al nubilato con tanti amici, tra cui qualcuno che non vedevo più da un po'....

Grazie a
Alcestis, a Galileo, e a tutti gli altri!
Sabato mi aspetta il festino con gli amici milanesi. Poi il gran giorno.





permalink | inviato da il 15/6/2006 alle 11:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


13 giugno 2006


Bush nel paese di Oz


...non ho resistito, dovevo postarlo.

Per chi non avesse colto la sofisticata (?!) citazione, la frase è presa da questo bellissimo libro... sarò infantile, ma confesso di averlo letto per la prima volta a 21 anni, in un corso di politica economica (se vi interessa, leggete il syllabus).
Comunque, retroscena a parte, trovo che la vignetta illustri alla perfezione lo stato in cui si trova l'Iraq. Bush-Dorothy esulta giulivo per la morte della Strega-cattiva-dell'Est, aka Zarqawi. Ma le streghe sono ovunque

Update: ho provato a cambiare formato, spero adesso si veda. chi non riesce a visualizzare la vignetta può andare a questo sito: è la seconda, firmata rob rogers




permalink | inviato da il 13/6/2006 alle 15:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


9 giugno 2006


Nulla di nuovo sul fronte mediorientale

E' la storia del Medio Oriente: un ciclo di violenze, dove non si capisce mai chi ha iniziato e chi- e come - dovrebbe finire. Non c'è bisogno di essere Guido Olimpio per accorgersi che questo ciclo di raid e di terremoti non porta con sé nulla di buono.

Sembra che ogni strada sia la sbagliata.
La violenza porta violenza.
Ma spesso anche l'inazione porta violenza.

E allora, che si fa?




permalink | inviato da il 9/6/2006 alle 21:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa


8 giugno 2006


Qual piuma al vento

La borsa è mobile... basta un nonnulla per fare andare su e giù gli umori di Wall Street, con conseguenze immediate per gli uomori dei nostri portafogli.

Infatti:
LONDON, June 8 (Reuters) - Oil fell below $70 a barrel after U.S. aircraft killed al Qaeda's Iraq leader Abu Musab al-Zarqawi on Thursday, raising faint hopes for a let-up in attacks on Iraq's wrecked oil industry.

Eppure:
   DUBAI, June 8 (Reuters) - The death of Iraq's al Qaeda leader will not bring more security to the vital oil sector in the country, where political instability and violence will continue to hamper exports and investment, analysts said. (...)Iraq's failure to return oil exports to pre-war levels, due to violence and mismanagement, has fuelled crude's price rally. "The end of Zarqawi will not be the end of threats to oil exports in Iraq," said Mustafa Alani, an Iraqi expert at the Gulf Research Council in Dubai.

Va bene, siamo tutti contenti che hanno preso quel tagliagole satanico. Ma pensare che qualcosa cambi solo perché Zarqawi è stato fatto fuori è un po' idilliaco. Anche perché ormai il propblema in Iraq non è solo Qaeda, ma i mille gruppuscoli nazionalisti, islamisti, curdi e sciiti che probabilmente hanno pure contribuito alla sua cattura.




permalink | inviato da il 8/6/2006 alle 15:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


7 giugno 2006


Un test (bipartisan, mi auguro)


 
Cosa vedete se guardate questa macchia, rappresentante il massacro di Haditha?
a) Accuse di un raccapricciante massacro di civili (bambini compresi) che vi riempiono con un crescente senso di disgusto morale.
b)Un altro ridicolo attacco dei media (comunisti!) che cercano di trasformare un nonnulla in una questione di Stato per compromettere la legittimità della guerra in Iraq.

Se avete risposto b), cercate al più presto un bravo specialista. Ne avete davvero bisogno.
Dall'archivio di http://www.thismodernworld.com




permalink | inviato da il 7/6/2006 alle 16:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


6 giugno 2006


Wiki-news

Nel senso di notizie sull'universo di Wikipedia.

1. dopo l'italiano, il francese, e lo svedese, da oggi c'è anche una wikipedia in napoletano. che poi incarna l'esatto opposto di ciò che un'enciclopedia online dovrebbe essere, ovvero cosmopolita... ma dobbiamo riconoscere l'intraprendenza e il senso dell'umorismo
:-)))

infatti:
2. normalmente io uso la versione inglese di wikipedia, non tanto per un'affettazione anglofila, ma perché ci sono molto più lemmi (un milione esatto in più rispetto alla versione italiana), e da fonti molteplici, il che risulta in uno standard più alto.
Insomma sembra (e ripeto: sembra) meno provinciale.
Poi saltano lemmi come questo che ti fanno capire come anche in un mondo globalizzato, su una rete globale e un'enciclopedia ad accesso libero come wikipedia si possa cadere nel provincialismo più becero. 

cito: Whether Poland was part of the invading forces became subject to a debate about the actual timelines...
Quale dibattito? La Polonia è entrata in guerra punto e basta. Quasi fosse il Waziristan, uno territorio tribale dove i media non arrivano e le fonti non esistono

PS ops, mi ero dimenticata della Polonia




permalink | inviato da il 6/6/2006 alle 16:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio   <<  1 | 2  >>   luglio