.
Annunci online

Brucaliffo [ Feed your head: Disinformation is a weapon of mass destruction ]
 



Roz Angeles, Lombardia


New Brunswick, NJ


Ramat Gan, Isr 




?????:Srulik0.jpg
--------------------
Perché
Feed your Head?
ovvero: whiterabbit


Quando insegui un coniglio
e sai di stare cadendo
vai a raccontare
che è stato un Brucaliffo
che fumava il Narghilé
a chaimarti...

Quando i pezzi della scacchiera
si alzano
e ti dicono dove andare
e hai appena preso un fungo
e la tua mente si muove lenta...

Quando la logica e le proporzioni
si sono addormentate
e il Cavaliere Bianco
parla al contrario
e la Regina di Cuori
perde la testa...

Ricorda
ciò che ha detto il ghiro:
Nutri la tua mente
Nutri la tua mente
Nutri la tua mente

.White Rabbit.JaffersonAirplane



19 marzo 2009


Clerks



Randal: Since when did "porchmonkey" become a racial slur?

Dante: Since ignorant rednecks started saying at a hundred years ago.

Randal: "Porchmonkey" is something my grandmother use to call me because I use to sit on the porch all day looking at the neighbors.

Dante: That's like calling someone a "kike". Did you ever think that your grandmother was a racist?

Randal: No way. She had the utmost respect for the Jewish community. She use to tell me to be nice to the Jewish kids or else they'd put the sheeny curse on me.

Dante: WHAT THE FUCK!?

Randal: What!?

Dante: Sheeny is a racial term for Jewish people...your grandmother was a racist.

Randal: My grandmother was not a racist! Wait... Now that I think of it...she did refer to a broken bottle as a "nigger knife" once. Maybe my grandmother was kind of a racist.

Dante: You think?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. clarks political correctness

permalink | inviato da Brucaliffo il 19/3/2009 alle 16:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


27 novembre 2008


Adolfì, non te preoccupà

La polizia ha arrestato un tizio a uno Starbucks di Seattle mentre cercava di vendere un segnalibro regalato da Eva Braunn ad Adolf Hitler per consolarlo dalla disfatta di Stalingrado

Chi non vorrebbe un oggettuccio così?




permalink | inviato da Brucaliffo il 27/11/2008 alle 14:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 ottobre 2008


quasi come Mister Magoo

28 anni appena compiuti e già mi mettono gli occhiali da presbite

poi mi dicono che è solo un trucco per bloccare la miopia, che è ancora in fase di crescita adolescenziale ("entro i trenta si fermerà per forza", è la chiosa)

qualcuno mi spieghi: sono troppo vecchia, troppo giovane, o semplicemente troppo orba?




permalink | inviato da Brucaliffo il 23/10/2008 alle 18:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


19 settembre 2008


Gnam

Signora, gradisce una pietra?




permalink | inviato da Brucaliffo il 19/9/2008 alle 10:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


18 giugno 2008


Sono un po' pakistana

Ultimamente sono un po' rintronata, di quella confusione che prende chi ritorna a Milano dopo quasi dieci anni di assenza (e non sono così vecchia: ero ancora minorenne quando l'ho lasciata).

Be', quando stavo a Filadelfia, la confusione cronica era considerata una condizione tipicamente asiatica, di quei figli di indiani, pachistani, bangladeshi (tutti insieme: i "desi"), immigrati di seconda generazione che sono sempre in bilico tra le due culture. Gli ABCD, American Born Confused Desi.

Mi è tornato in mente così un gioco dell'alfabeto. Che fa più o meno così:

American
Born
Confused
Desi
Emigrated
From
Gujarat
House
In
Jersey
Kids
Learning
Medicine
Now
Owning
Property
Quite
Reasonable
Salary
Two
Uncles
Visiting
White
Xenophobia
Yet
Zestful

Secondo voi si può fare una versione in italiano?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. desi pakistan confusione

permalink | inviato da Brucaliffo il 18/6/2008 alle 17:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


26 maggio 2008


Ogni bambino vuole un gattino...

Il ministro degli Esteri giapponese Masahiko Komura ha nominato ufficialmente  Doraemon, iil «gatto spaziale» e cartone animato degli anni Sessanta, ambasciatore della cultura giapponese nel mondo. Ricordate? Quello di «A me mi piacerebbe un robot che farebbe i compiti miei che più meglio di tutta la scuola farei»? Oppure: «Ecco Doraemon, gatto spaziale, non ha paura mai di farsi male»
Ora, un'idea così balzana poteva solo venire a un giapponese, direte voi. E probabilmente avete ragione.

Doraemon, the cartoon character who has been named Japan's first animation ambassador


Molto prima del ministro Komura, ci aveva però pensato Time, che nel 2002 ha incluso Doraemon nella prestigiosa lista di "eroi asiatici", a fianco di Aung San Suu Kyi e Hamid Karzai.

«C’è qualcosa di tipicamente giapponese in Doraemon, dall’ingegnosità dei suoi aggeggi, alla sua determinazione di trovare il lato bello di ogni cosa e non arrendersi mai. Nel può profondo del cuore Doraemon è umano: è l’essenza stessa della suo fascino che abbia una fidanzata –una gattina di nome Mi Chan- che però è sempre lontana»
.
Forse non è un'idea così superficiale. Hai, Nobita-chan?




permalink | inviato da Brucaliffo il 26/5/2008 alle 18:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


12 maggio 2008


Finalmente ce l'ho anch'io

Sabato sera, di ritorno dalla Fiera del Libro di Torino, mi sono imbucata a Radio 24 per rubare una rossa maglietta della passione


E, mi hanno assicurato, non c'è scritto «scemo chi legge».

Next step: ne vorrei una in ebraico.




permalink | inviato da Brucaliffo il 12/5/2008 alle 15:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


11 maggio 2008


Buoni propositi

"Well maybe you should just drink a lot less coffee,
And never ever watch the ten o'clock news,
Maybe you should kiss someone nice,
Or lick a rock,
Or both."

Regina Spektor, The Ghost of Corporate Future




permalink | inviato da Brucaliffo il 11/5/2008 alle 22:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 maggio 2008


Si potrebbe andare tutti quanti allo zoo comunale

Uno scherzo da buontemponi o (molto più probabilmente) guerrilla marketing?
Comunque è geniale:

Luogo:
Milano
Data pubblicazione: 22-Apr-08
Ho perso Leo. È un gattone giallo a macchie nere e pesa circa

80 kg. Chiunque abbia sue notizie è pregato di contattarmi su
www.hopersoleo.wordpress.com


«Si potrebbe andare tutti quanti allo zoo comunale.
Per vedere come stanno le bestie feroci
e gridare aiuto, aiuto è scappato il leone,
e vedere di nascosto l'effetto che fa».

(Vengo anch'io? No tu no. F. Fiorentini - D. Fo - E. Jannacci 1967)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Gattoni guerrilla marketing

permalink | inviato da Brucaliffo il 2/5/2008 alle 9:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


20 marzo 2008


Stasera mi sento Soviet Kitsch

On the radio
We Heard November Rain
That solo's really long
But it's a preety song
We listened to it twice
'cause the DJ was asleep

And on the radio
You hear November Rain
That solo's awful long
But it's a good refrain




permalink | inviato da Brucaliffo il 20/3/2008 alle 23:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre